#kidsarethefuture

I bambini hanno una missione: loro devono rendere il futuro un posto memorabile.
Our kids are on a mission: they must make the future a memorable place.

I bambini hanno una missione: rendere il futuro un posto migliore. Ma è anche una grande responsabilità per loro; farsi avanti nel mondo a piccoli grandi passi per costruire il domani di tutti. Ecco perché i bambini vanno ascoltati, guidati e tutelati affinché possano esprimersi in sicurezza, all’interno di un dialogo che sia aperto e non giudicante, né condizionato. Il naturale desiderio dei bimbi di esplorare il mondo non va ostacolato, va assecondato ricordando loro di essere affiancati in questo percorso personale di crescita e di evoluzione. I bambini vanno guidati all’acquisizione consapevole della loro autonomia, e questo processo passa imprescindibilmente attraverso la comunicazione, sia fisica che verbale. I bambini hanno emozioni tanto complesse quanto quelle degli adulti, per questo devono poterle vivere liberamente, facendone esperienza a 360 gradi. I bambini che avranno sperimentato l’amore, la cura e l’accoglienza saranno adulti in grado di donare tutto questo agli altri.
È solo realizzando la possibilità dei bambini di esprimere la propria opinione – prendendola, altresì, in considerazione – che si realizza una società basata sul rispetto di visioni e opinioni differenti nonché sul confronto e l’effettiva ricerca pacifica e partecipativa di soluzioni.

Diritto alla partecipazione significa allora porre in essere, da parte degli adulti, un percorso generale di coinvolgimento dei bambini e degli adolescenti nelle decisioni che riguardano la loro vita, la vita delle loro famiglie, la vita della comunità e della società in cui vivono. Diritto alla partecipazione dei bambini e degli adolescenti significa potenziare i bambini e gli adolescenti come individui e come membri della collettività tutta, attraverso l’effettiva garanzia e tutela di lasciar prender loro la parola; attraverso il loro coinvolgimento nei progetti decisionali; attraverso un’azione pratica mirata a un’educazione tra pari

Ogni genitore dovrebbe pensare ai valori che trasmette ai propri figli, agli strumenti e alle competenze che consegna loro per affrontare il domani. I bambini sono il futuro di ognuno di noi, e l’unico modo che abbiamo per proteggerli è svolgere il nostro ruolo di educatori al meglio.
Il nostro fine deve essere quello di fortificarli, di farli crescere, e dare loro quegli strumenti didattici, morali ed educativi per diventare sempre più cittadini del mondo.

Questo è lo spirito che caratterizza la nuova generazione di giovani: creatività, flessibilità e proattività. I ragazzi che sperimentano una formazione aperta su più fronti, cominciando dalla scuola, passando attraverso lo sport , i viaggi, per finire con le attività ricreative; sviluppano abilità di pensiero critico, trovano soluzioni a problemi in maniera creativa e sono capaci di tenere conversazioni con altre persone, promuovendo le proprie idee. Tutto ciò permette di crescere non solo dal punto di vista educativo, ma anche da quello professionale. Ecco perché una formazione internazionale è fondamentale e necessaria, in quanto stimola la capacità di dialogo e di analisi critica di problemi.